Titolo Effects of acute exposure to WIFI signals (2.45GHz) on heart variability and blood pressure in Albinos rabbit.
Rivista  Environ Toxicol Pharmacol.
Numero  2015 Sep;40(2):600-5
Autori  Saili L1, Hanini A2, Smirani C2, Azzouz I2, Azzouz A3, Sakly M2, Abdelmelek H2, Bouslama Z3.
Enti  
Link http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26356390
Accesso  

 

Abstract

 

Sono stati studiati i rilievi di elettrocardiogramma e pressione arteriosa in relazione a esposizioni acute a Wi-Fi (2.45 Ghz) di un'ora nei conigli maschi adulti. Sono state poste antenne di Wi-Fi a 25 centimetri sul lato destro vicino al cuore. L'esposizione acuta sui conigli al Wi-Fi ha aumentato la frequenza cardiaca (+22%) e la pressione sanguigna arteriosa (+14%). Inoltre, l'analisi dell'ECG ha rivelato che il Wi-Fi induce un aumento combinato degli intervalli PR e QT. Per contro, la stessa esposizione non ha alterato l'ampiezza massima e le onde P. Dopo un'iniezione endovenosa di dopamina (0.50 ml/kg) ed epinefrina (0.50 ml/kg) in condizioni di esposizione acuta a radiofrequenza, abbiamo scoperto che il Wi-Fi altera l'attività delle catecolamine (dopamina, adrenalina) sulla variabilità cardiaca  e sulla pressione del sangue rispetto al controllo. Questi risultati suggeriscono per la prima volta, per quanto ne sappiamo, che l'esposizione al Wi-Fi influenza il ritmo cardiaco, la pressione sanguigna e l'efficacia delle catecolamine sul sistema cardiovascolare; indicando che la radiofrequenza può agire direttamente e/o indirettamente sul sitema cardiovascolare.