Titolo 5 G wireless telecommunications expansion: Public health and environmental implications
Rivista Environmental Research
Numero Volume 165, August 2018, Pages 484-495
Autori Cindy L.Russell
Enti  
Link https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0013935118300161
Accesso  

 

Abstract

 

La popolarità, l'uso diffuso e la crescente dipendenza dalle tecnologie wireless hanno generato una rivoluzione industriale delle telecomunicazioni con l'aumento dell'esposizione della popolazione a frequenze più ampie e più alte dello spettro elettromagnetico per trasmettere dati attraverso una varietà di dispositivi e infrastrutture. All'orizzonte, una nuova generazione di lunghezze d'onda 5G ancora più corte ad alta frequenza viene proposta per alimentare l'Internet of Things (IoT). L'IoT ci promette stili di vita convenienti e facili con una massiccia rete di telecomunicazioni 5G interconnesse, tuttavia, l'espansione della banda larga con radiazioni a radiofrequenza di lunghezza d'onda più piccola fa emergere la preoccupazione che le questioni su salute e sicurezza rimangano inesplorate. Continua la polemica in merito ai danni causati dalle attuali tecnologie wireless 2G, 3G e 4G. Le tecnologie 5G sono molto meno studiate per gli effetti umani o ambientali.

Si sostiene che l'introduzione di questa nuova aggiunta di radiazioni ad alta frequenza della tecnologia 5G ad un mix già complesso di frequenze più basse, potrà contribuire a un risultato negativo per la salute pubblica, sia dal punto di vista della salute fisica che di quella mentale.

Le radiazioni a radiofrequenza (RF) sono sempre più riconosciute come una nuova forma di inquinamento ambientale. Come altre comuni esposizioni tossiche, gli effetti della radiazione elettromagnetica a radiofrequenza (RF EMR) saranno problematici se non impossibili da riconoscere epidemiologicamente poiché non rimane più un gruppo di controllo non esposto. Ciò è particolarmente importante considerando che questi effetti sono probabilmente amplificati dalle esposizioni tossiche sinergiche e da altri comportamenti a rischio per la salute. Gli effetti possono anche essere non lineari. Poiché questa è la prima generazione che ha vita intera dalla culla alla tomba a questo livello di radiofrequenze a microonde (CEM RF) artificiali, ci vorranno anni o decenni prima che le vere conseguenze sulla salute siano note. La precauzione nell'introduzione di questa nuova tecnologia è fortemente indicata.

Questo articolo esamina le pertinenti frequenze elettromagnetiche, gli standard di esposizione e la letteratura scientifica corrente sulle implicazioni per la salute dell'esposizione 2G, 3G, 4G, inclusa parte della letteratura disponibile sulle frequenze 5G. Viene sollevata la questione di cosa costituisca un problema di salute pubblica, nonché la necessità di un approccio precauzionale nell'avanzamento delle nuove tecnologie wireless.