Titolo Electromagnetic Radiation Health Effects in Exposed and Non-Exposed Residents in Penang
Rivista Journal of Geoscience and Environment Protection
Numero 2, 77-83.
Autori Adlina Suleiman1, Thor Teong Gee2, Ambigga Devi Krishnapillai1,
Khalifah Mohamad Khalil1, Mohammad Wisman Abdul Hamid1, Marami Mustapa1
Enti 1Community Medicine Department, National Defence University, Kuala Lumpur, Malaysia
2Klinik Public, Sungai Ara, Penang, Malaysia
Link http://dx.doi.org/10.4236/gep.2014.22012
Accesso http://www.scirp.org/journal/PaperDownload.aspx?paperID=44998

Abstract

E' stato condotto uno studio comparativo tra residenti esposti e non esposti a radiazione elettromagnetica emessa da torri di telecomunicazioni nell'Isola di Penang con l'obiettivo di determinare i possibili effetti sulla salute utilizzando 14 sintomi non specifici. Le interviste sui soggetti sono state condotte utilizzando un questionario strutturato con dettagli demografici, problemi riguardanti la salute e la preoccupazione pubblica. Il confronto delle frequenze dei sintomi e il suo significato (test Chi-quadro) tra residenti esposti e non esposti alle radiazioni delle torri di telecomunicazioni ha mostrato un significato statistico (p<0.05) per mal di testa, vertigini, insonnia, perdita di memoria, diarrea, lentezza mentale, aumentato tempo di reazione e sbalzi d'umore. L'Odds Ratio per lo sviluppo dei sintomi non specifici maggiore di uno fa concludere che gli intervistati esposti hanno più probabilità di incorrere nei sintomi degli intervistati che non sono stati esposti a radiazione elettromagnetica. Questo risultato mostra che l'esistenza di una torre per telecomunicazioni in queste comunità ha effetti avversi sulla salute nei residenti esposti. Le misure da adottare per minimizzare gli effetti avversi dovrebbero includere l'imposizione di linee guida più stringenti in termini di distanze di sicurezza e intensità della radiazione, mettendo in pratica l'approccio precauzionale dell'OMS, incoraggiando conferenze sulla radiazione elettromagnetica, ricerca e sensibilizzazione del pubblico, la condivisione dei trasmettitori tra compagnie telefoniche e l'utilizzo di barriere protettive. Questi passi potranno promuovere un ambiente di vita più sano, armonioso e sostenibile.