Titolo High-field MRI and mercury release from dental amalgam fillings.
Rivista Int J Occup Environ Med.
Numero 2014 Apr;5(2):101-5.
Autori Mortazavi SM, Neghab M1, Anoosheh SM, Bahaeddini N, Mortazavi G, Neghab P, Rajaeifard A.
Enti 1School of Health and Nutrition and Research Center for Health Sciences, Shiraz University of Medical Sciences, Shiraz, Iran. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
Link http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24748001
Accesso http://www.theijoem.com/ijoem/index.php/ijoem/article/view/316/469

 

Abstract

 

Il mercurio è tra gli elementi non radioattivi più tossici in grado di causare intossicazione anche a basse dosi. Alcuni studi hanno mostrato il rilascio di mercurio dalle otturazioni dentali a base di amalgama in individui che hanno utilizzato il telefono cellulare. Questo studio è stato condotto per valutare gli effetti della risonanza magnetica ad alto campo sul rilascio di mercurio dalle otturazioni dentali a base di amalgama. Abbiamo studiato due gruppi di studenti con identici decadimenti dentali richiedenti un analogo schema di odontoiatria restaurativa. Essi sono stati esposti ad una densità di flusso magnetico di 1.5 Tesla prodotto da una macchina per la risonanza magnetica nucleare (RMN). Sedici studenti sani con carie identiche hanno partecipato a questo studio. Essi sono stati sottoposti a procedure di odontoiatria restaurativa e divisi casualmente in due gruppi di esposti a RMN e di controllo. Le concentrazioni urinarie di mercurio nei soggetti di controllo sono stati misurati prima (ora 0) e 48 e 72 ore dopo il restauro in amalgama, utilizzando spettrometria ad assorbimento atomico dei vapori freddi. Le concentrazioni urinarie del mercurio negli individui esposti sono stati determinati prima (ora 0) e 24, 48, 72, 96 ore dopo il restauro con amalgama.

A differenza dei soggetti di controllo, essi sono stati sottoposti a risonanza magnetica cerebrale convenzionale (15 minuti, 99 fette), 24 ore dopo il restauro con amalgama. I livelli di mercurio medi ± deviazione standard negli individui esposti a RMN sono aumentati linearmente da una linea di base di 20.70±17.96 a 24.83±22.91 μg/L 72 ore dopo la RMN. Nel gruppo di controllo, la concentrazione è diminuita linearmente da 20.70±19.77 a 16.14±20.05 μg/L. La differenza tra il mercurio nelle urine nel gruppo degli esposti e nel gruppo di controllo, 72 ore dopo la RMN (96 ore dopo il restauro) è stato significativo (p=0.046). Questi risultati forniscono ulteriore supporto per l'effetto dannoso della RMN (esposizione a forte campo magnetico) e il rilascio di mercurio dalle otturazioni dentali in amalgama.