Riceviamo da Powerwatch UK e volentieri pubblichiamolinea alta tensione

ll comunicato stampa del British Cancer Journal (BJC) è ingannevole

Il British Journal of Cancer (BJC) e il Childhood Cancer Research Group (CCRG) stanno per emettere un ingannevole comunicato stampa che afferma che le linee elettriche aeree ad alta tensione non aumentano il rischio di leucemia nei bambini. Questo non è supportato dall'articolo che loro pubblicheranno domani e noi spieghiamo il perché.

In un comunicato stampa programmato per il 7 Febbraio, il BJC ha un titolo che sostiene


"LE LINEE AEREE AD ALTA TENSIONE NON AUMENTANO IL RISCHIO DI LEUCEMIA NEI BAMBINI"

Il loro nuovo importante articolo di Bunch et al[1], non evidenzia questo. Gli autori hanno analizzato una grande mole di dati per tutte le linee ad alta tensione da 1320000 volt (132kV) e superiori. L'associazione principale tra la corrente elettrica e l'incidenza di leucemia infantile è il campo magnetico emanato da tutte le sorgenti che sono associate con il nostro uso dell'elettricità. Uno recente studio di meta-analisi di Zhao et al [2] ha confermato un raddoppio approssimativo a 0.4 microtesla, come conferma il nuovo draft report europeo SCENIHR [3].

Un precedente articolo dello stesso centro di ricerca (CCRG) di Draper et al [4], ha mostrato un'associazione con leucemia infantile con la prossimità a linee 275kV e 400kV. Il CCRG successivamente ha dichiarato che i campi magnetici entro 100 metri dalle linee si erano attenuati a livelli inferiori a quelli prodotti da altre cause (inclusi i cavi incassati che scorrono sotto i nostri pavimenti e il cablaggio domestico) [5].

In questo nuovo studio i ricercatori CCRG hanno aggiunto più casi e un grande numero di linee aeree a 132kV (che spesso passano vicino alle nostre case), nei quali secondo il Dr. John Swanson (un impiegato senior delle Rete elettrica Nazionale e co-autore di questo nuovo studio) i campi magnetici tipicamente si attenuano a "livelli di fondo ambientale paragonabili alle altre sorgenti" (meno di 0.05 microtesla) entro 50 metri dalla linea elettrica ad alta tensione.

Poiché c'é poca evidenza che il rischio di leucemia infantile viene aumentato a livelli di campo magnetico sotto 0.2 microtesla, è vitale analizzare casi e controlli che vivono nella fascia 0-49 metri in modo da verificare se la prossimità alle lineea aeree ad alta tensione aumenta il rischio [6]. Il primo intervallo analizzato nel nuovo studio è 0-199 metri e non si può usare per determinare se il risiedere vicini a una linea aerea ad alta tensione può aumentare il rischio di leucemia infantile, poiché ben più del 75% dei bambini saranno esposti ad altre sorgenti che nasconderanno effetti dei campi magnetici dalle linee aeree.

Un altro recente studio importante sulle linee elettriche e la leucemia infantile da un team operante a INSERM pubblicato nel BJC lo scorso anno (e non comunicato alla stampa con un messaggio di associazione positiva) ha trovato un aumentato rischio entro 50 metri da una linea elettrica ad alta tensione, ma non oltre [7]. Questo è citato e brevemente menzionato nel nuovo articolo, ma le importanti implicazioni della scoperta riguardante il limite di distanza di 50 metri non sono discusse.

Il nuovo articolo BJC è un importante contributo al dibattito "linee ad alta tensione e aumentata incidenza di leucemia infantile" e pubblicheremo un report con un'analisi su ciò che i loro risultati interessanti potrebbero indicare.

Tuttavia, il titolo del comunicato stampa BJC e i commenti sbrigativi dell'autore principale e del capo dell'informazione sulla salute della Ricerca sul cancro britannica che sostengono che lo studio indica che le linee aeree ad alta tensione non causano leucemia o altri cancri nei bambini sono ingannevoli. Tabelle di dati addizionali (non riportate nell'articolo) mostrano un rischio relativo di circa 1.5 volte fino a 199 metri su 4 decadi 1962-2000 per le linee elettriche a 132 kV - il tipo generalmente vicino alle abitazioni residenziali.

La maggior parte dei casi analizzati vivono entro campi magnetici più alti prodotti da altre sorgenti, che riducono la visibilità dell'effetto causato dalle linee elettriche.

Liberamente tradotto in italiano da Elettrosmog Sicilia, Nota originale di Powerwatch - Alasdair Philips, 6 Febbraio 2014

Link

Riferimenti:

1.Bunch, K.J. et al Residential distance at birth from overhead high-voltage powerlines: childhood cancer risk in Britain 1962-2008 British Journal of Cancer (2014)
2.Zhao et al. 2013: Magnetic fields exposure and childhood leukemia risk: A meta-analysis based on 11,699 cases and 13,194 controls. Leukemia Research (In press) link
3.http://ec.europa.eu/health/scientific_committees/consultations/public_consultations/scenihr_consultation_19_en.htm
4.Draper G, Vincent T, Kroll ME, Swanson J (2005) Childhood cancer in relation to distance from high voltage power lines in England and Wales: a case-control study. BMJ 330(7503): 1290–1294.
5.Kroll ME, Swanson J, Vincent TJ, Draper GJ (2010) Childhood cancer and magnetic fields from high-voltage power lines in England and Wales: a case-control study. Br J Cancer 103(7): 1122–1127. link
6.Philips A View author details et al, (2013) Adult cancers near high-voltage power lines-commentary, Epidemiology 2013 Sep;24(5):782-3
7.Sermage-Faure C, et al,2013, Childhood leukaemia close to high-voltage power lines-the Geocapstudy, 2002-2007. Br J Cancer 108(9): 1899–1906