thz mouse 360Un gruppo di ricerca coreano ha scoperto effetti biologici avversi provocati dall'irradiazione di tessuti vivi con onde Terahertz (1 THz = 1000 GHz) impulsive a livelli di potenza tali da non provocare effetti termici.

Le onde Terahertz sono onde a frequenze più alte delle microonde, appartenenti alla classe delle radiazioni non ionizzanti e presentano lunghezze d'onda sub-millimetriche. Per tale caratteristica esse riescono a penetrare negli oggetti, conseguentemente vengono utilizzate in diverse aree applicative come per controlli di sicurezza e  diagnostica medica per immagini, ma anche in apparati per telecomunicazioni di futura generazione. Ciononostante, gli effetti biologici di questo tipo di onde non sono ancora stati significativamente studiati.

Il Korea Advanced Institute of Science and Technology (KAIST) ha annunciato lo scorso 18 Giugno che un team di ricerca guidato da Kim Pil-han, Professore alla Scuola Universitaria di Nanoscienza e Tecnologia del KAIST e il Dr. Jung Young-wook dell'Istituto di Ricerca per l'Energia Atomica Coreana hanno osservato sintomi di infiammazione acuta nei tessuti di animali esposti all'irradiazione con onde impulsive Terahertz.

Il team ha usato un generatore di onde Terahertz che emette impusi di durata pari a 4 microsecondi periodicamente, tre impulsi ogni secondo sul tessuto esposto. Ha anche costruito un sistema di microscopia a scansione laser confocale per osservare i tessuti dell'animale vivo.

La pelle dell'orecchio di un topo anestetizzato è stata sottoposta a irradiazione per 30 minuti. Dopo 6 ore dall'esposizione, nel derma del tessuto irradiato si riscontrava una massiccia infiltrazione di cellule neutrofile, indice di infiammazione acuta del tessuto irradiato.

I risultati della ricerca condotta dal team coreano sono stati pubblicati sulla rivista Optics Express.

Riferimenti:

[1] Articolo pubblicato su Optics Express 19 Maggio 2014

[2] Articolo su rivista online BusinessKorea 19 Giugno 2014

[3] Articolo su rivista Korea IT News 19 Giugno 2014

[4] Homepage In Vivo Micro-Visualization Laboratory

Breve video configurazione microscopio utilizzato: