Al fine di fornire una migliore interazione, questo sito utilizza cookie. Utilizzando il nostro sito, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie.

 Stampa 
Bambini Radiofrequenza Microonde

bambini cellulari smartphone wirelessUn articolo scientifico recentemente pubblicato online sulla rivista Journal of Microscopy e Ultrastructure riferisce che i bambini e i feti sono i più a rischio di danni neurologici e biologici per l'assorbimento di radiazione a microonde emessa da dispositivi wireless, a causa del più alto tasso di assorbimento di radiazione a microonde da bambini rispetto agli adulti.

L'articolo, intitolato "Perché i bambini assorbono più radiazioni a microonde degli adulti: Le conseguenze" descrive come il feto sia particolarmente vulnerabile alle radiazioni a microonde, che possono causare la degenerazione della guaina mielinica protettiva che circonda i neuroni del cervello. Gli autori raccomandano che i giocattoli senza fili siano vietati a causa dei gravi potenziali rischi per la salute.

L'articolo documenta anche gli studi del registro dei tumori che mostrano un'aumentata incidenza di cancro al cervello. Dato che il tempo medio di latenza tra la prima esposizione e la diagnosi di un tumore può essere lungo decenni, il numero totale di tumori indotti nei bambini può non essere diagnosticata fino anche all'età adulta.

Gli autori spiegano che i limiti di esposizione attuali si basano sul presupposto erroneo che il danno tissutale da surriscaldamento sia l'unico potenziale pericolo rappresentato dalle emissioni dei dispositivi wireless. Tuttavia, le vaste relazioni scientifiche disponibili documentano gli effetti biologici non termici derivanti da esposizioni a lungo termine. Nonostante che siano stati emessi avvertimenti da parte di importanti istituzioni a livello mondiale, la maggior parte del pubblico non è a conoscenza di tali avvertimenti.

La neurologa pediatrica Dr. Maya Shetreat-Klein ha dichiarato nel suo intervento per il lancio del Progetto Baby Safe lo scorso Giugno a New York: "Le donne incinte devono sapere che le radiazioni wireless possono avere un impatto sul cervello in via di sviluppo. Stiamo assistendo ad un aumento allarmante del numero di bambini con diagnosi di disturbi neurologici negli ultimi dieci anni, e qualsiasi cosa che possiamo fare che potrebbe contribuire a ridurre tale tasso dovrebbe essere presa molto seriamente."

Gli autori affermano che i consumatori non sono consapevoli che i manuali d'uso dei cellulari, dei tablet e dei computer portatili contengono indicazioni specifiche sulle distanze raccomandate per l'utente (regola dei 20 centimetri per tablet / laptop e di circa mezzo pollice - 1.5 centimetri - per i telefoni cellulari) al fine di garantire la conformità con gli standard di esposizione. I bambini e gli adulti usano dispositivi wireless in modi che "violano" queste raccomandazioni, ponendoli perfino sotto un maggiore rischio.

Gli autori stilano raccomandazioni specifiche: le donne incinte dovrebbero evitare le esposizioni wireless; i bambini non dovrebbero giocare con i giocattoli wireless; le ragazze e le donne adolescenti non dovrebbero mettere i cellulari nel loro reggiseni; e limiti di esposizione governativi dovrebbero essere rivisti con urgenza.

Riferimenti:

[1] http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2213879X14000583

[2] http://tinyurl.com/lafh2oh

[3] http://www.saferemr.com/2014/06/joint-statement-on-pregnancy-and.html