parlamento europeoTra pochi giorni i cittadini dell'Unione europea saranno chiamati ad eleggere un nuovo parlamento di loro rappresentanti. Negli ultimi anni il Parlamento europeo e l'Assemblea Parlamentare del Consiglio europeo hanno preso posizione e hanno emesso alcune risoluzioni inerenti la questione delle radiazioni elettromagnetiche, rivolte agli stati membri.
Molti di questi punti sono però rimasti lettera morta. Assistiamo attualmente a un esplosione del numero di gadget wireless (smartphone, tablet, etc.), all'utilizzo indiscriminato di tali dispositivi da parte di ragazzi, bambini, donne in gravidanza, soggetti anziani, a politiche di marketing aggressive da parte di operatori senza scrupoli che incoraggiano l'aumento del tempo di uso giornaliero e la conseguente dose di radiazioni giornaliere, al potenziamento silenzioso delle installazioni sul territorio e all'installazione di nuove, al dilagare di nuove reti wi-fi, perfino nei luoghi che dovrebbero essere protetti al massimo come le scuole e gli ospedali.

Leggi tutto...

Decine di vitelli sono stati colpiti negli ultimi anni da cataratta. Molti vivevano in prossimità di antenne di telefonia mobile. Studi dell'Università di Zurigo. Gli animali diventati ciechi non hanno più trovato la mammella della madre e sono morti.

vitelli cataratta stazione radio baseNelle persone, l'elettrosmog da radiazioni di telefonia cellulare può causare disagio. I pazienti hanno mal di testa, crampi muscolari o infiammazioni dei nervi. L'esperto di elettrosmog Peter Schlegel dichiara: "Ogni anno, circa un centinaio di persone colpite mi contattano".

Anche gli animali possono soffrire dell'irraggiamento costante. Il primo caso scientificamente documentato in Svizzera è stato reso pubblico 15 anni fa: nel fienile del contadino Hans Sturzenegger di Reutlingen (Zurigo), 50 vitelli in diversi anni sono diventati ciechi. La causa della cecità: gravi cataratte. Il professor Michael Hässig del del dipartimento veterinario dell'Università di Zurigo conosce le conseguenze: "un vitello cieco non riesce a trovare la mammella della madre e attaccarsi". Le malattie sono state inizialmente comprovate dopo che era stata eretta una antenna di telefonia mobile a soli 20 metri di distanza dalla stalla. Dopo che la compagnia telefonica ha rimosso l'antenna, a seguito di anni di lotta, non ci sono state più casi di malattia. Gli studi di Hässig hanno seguito la vicenda per diversi anni.

Le compagnie telefoniche come Swisscom e Sunrise, negano che le radiazioni di telefonia mobile possano causare problemi di salute. Il numero di casi di cataratta grave è stato stabile per decenni. Non vi è alcuna evidenza di associazione con antenne di telefonia mobile.

Leggi tutto...

bioinitiative working groupAvvertimenti dal Gruppo di lavoro Bioinitiative

/ Università di Albany, Rensselaer, New York - Aprile 2014

Il Gruppo di lavoro BioInitiative dichiara che l'evidenza del rischio per la salute proveniente dalla tecnologia wireless sta diventando sempre più forte e merita un'azione immediata. Il Gruppo ha rilasciato un aggiornamento di metà anno che copre i nuovi studi scientifici 2012-2014.

I nuovi studi fanno crescere le preoccupazioni di tipo medico relative al tumore maligno al cervello da uso di telefono cellulare. "C'è un modello coerente di aumento del rischio di glioma (un tumore cerebrale maligno) e neuroma acustico con l'utilizzo di telefoni cellulari e cordless", afferma Lennart Hardell, MD, PhD presso l'Università di Örebro, in Svezia, secondo gli studi rilasciati nel 2012 e 2013. "L'evidenza epidemiologica indica che la radiofrequenza dovrebbe essere classificata come un agente cancerogeno umano noto. Gli esistenti limiti per la protezione del pubblico FCC/IEEE e ICNIRP non sono adeguati a proteggere la salute pubblica."

Leggi tutto...

Il Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti attacca la FCC (Federal Communications Commission) sull'impatto negativo sulla fauna selvatica degli impianti di telefonia mobile

uccello 480Il Dipartimento degli Interni degli USA rileva che gli standard della federal Communications Commission (FCC) per le radiazioni relative alla telefonia mobile sono superati e non dovrebbero essere più applicabili in quanto non proteggono adeguatamente la fauna selvatica.

Il Direttore dell'Ufficio di Politica Ambientale e di Conformità del Dipartimento USA degli Interni ha spedito una lettera all'Amministrazione Nazionale delle Telecomunicazioni nel Dipartimento del Commercio, che affronta la preoccupazione del Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti sul fatto che le radiazioni emesse dagli impianti di telefonia mobile hanno effetti negativi sulla salute degli uccelli migratori e altri animali selvatici.

 "le norme per la radiazione elettromagnetica utilizzate dalla Federal Communications Commission (FCC) continuano a essere fondate su effetti di riscaldamento termico, un criterio ormai obsoleto da quasi 30 anni e oggi inapplicabile"

Il Dipartimento ha criticato le procedure proposte dal governo Federale per il posizionamento e il funzionamento delle antenne telefoniche e ha chiesto "studi indipendenti, con peer-review di terze parti" negli USA per esaminare gli effetti delle radiazioni delle antenne telefonche su "uccelli migratori e altre specie selvatiche".

Leggi tutto...