salivaGli scienziati hanno a lungo espresso preoccupazioni per gli effetti potenzialmente dannosi derivanti dall'utilizzo regolare di un telefono cellulare. Attualmente, le radiazioni emesse da un telefono cellulare sono classificate come cancerogene 2B - potenzialmente cancerogene per gli umani - dall'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro. Brutte notizie giungono da un nuovo studio israeliano.

Leggi tutto...

Lo scorso 18 Luglio 2013 la Corte Suprema di Israele ha disposto una indagine governativa sul numero di bambini affetti da iper-sensibilità elettromagnetica (EHS). Tale ordine è stato emesso in risposta a una petizione promossa per vietare il Wi-Fi nelle scuole, presentata alla Corte nell'Agosto 2012.

Il Governo deve presentare il risultato dell'investigazione alla Corte entro il 16 Novembre 2013.

Leggi tutto...

ISPRA 2012 NIRE' stato presentato il 17 Luglio scorso l'annuario 2012 dei dati ambientali in Italia, redatto da ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale).

Una sezione apposita riguarda le radiazioni non ionizzanti, che include i campi elettromagnetici artificiali e menziona degli indicatori riguardanti tre tipologie di sorgenti che si ritrovano sul territorio nazionale:

- impianti radio-televisivi - RTV (intervallo della radiofrequenza)

- stazioni radio base di telefonia mobile - SRB (intervallo della radiofrequenza)

- elettrodotti (intervallo delle frequenze ELF - extremely low frequency)

Nel rapporto sono forniti 6 indicatori dello stato ambientale, secondo il modello DPSIR (vedere [4]) relativamente ai campi elettromagnetici. Il problema è che i dati dei primi 5 indicatori, raccolti dalle varie regioni, non sono completi, in quanto per circa metà delle regioni questi dati MANCANO.

Per la regione Sicilia i dati mancano per tutti i primi 5 indicatori.

 

Leggi tutto...

La Marina USA ha lanciato con successo il secondo satellite MUOS dei cinque previsti, il 19 Luglio 2013 da Cape Canaveral, Florida. Il lancio è avvenuto con il razzo Atlas V e ci vorranno otto giorni di manovre per portarlo nell'orbita geostazionaria prevista. L'area di lavoro del nuovo satellite tra quelle dichiarate non è stata resa nota. La Marina USA ha dichiarato che il satellite dovrebbe diventare operativo dopo un periodo di verifiche di durata pari a sei mesi.

Leggi tutto...