Titolo Maternal Exposure to Magnetic Fields During Pregnancy in Relation to the Risk of Asthma in Offspring
Rivista Arch Pediatr Adolesc Med.
Numero 2011 Oct;165(10):945-50. doi: 10.1001/archpediatrics.2011.135. Epub 2011 Aug 1
Autori Li DK, Chen H, Odouli R.
Enti Division of Research, Kaiser Permanente, 2000 Broadway, Oakland, USA
Link http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21810627
Accesso http://archpedi.jamanetwork.com/article.aspx?articleid=1107612

 

Abstract

 

OBIETTIVO:

Determinare se l'esposizione materna a livelli elevati di campi magnetici (Magnetic Fields - MFs) durante la gravidanza è associato con il rischio di asma nella prole.

DESIGN:

Uno studio prospettico di coorte.

IMPOSTAZIONE:

Presso "Pregnant Kaiser Permanente Northern California".

PARTECIPANTI:

Membri di "Pregnant Kaiser Permanente Northern California" nell'area di San Francisco.

PRINCIPALE OBIETTIVO DI MISURA:

L'asma è stata clinicamente diagnosticata tra 626 bambini che sono stati seguiti per un periodo lungo fino a 13 anni. Tutte le partecipanti hanno portato uno strumento di misura per misurare i livelli di campo magnetico durante la loro gravidanza.

RISULTATI:

Dopo aggiustamenti per potenziali fattori di confondimento, è stata osservata una relazione lineare dose-risposta statisticamente significativa tra l'aumento del livello di esposizione mediano giornaliero al campo magnetico durante la gravidanza e l'aumento del rischio di asma nei figli; ogni aumento pari a 1 mG di livello di campo magnetico sulla madre è stato associato al 15% di aumento della frequenza di asma nella prole (adjusted hazard ratio [aHR], 1.15; 95% confidence interval [CI], 1.04-1.27). Categorizzando i livelli di campo magnetico, i risultati hanno mostrato una analoga relazione dose-risposta: rispetto ai bambini le cui madri sono state esposte a un basso livello di campo magnetico (la mediana del livello MF 24 ore, 0,3 mG) durante la gravidanza, i bambini le cui madri sono state esposte a un elevato livello di campo magnetico (> 2,0 mG) hanno avuto una aumento della frequenza di asma di 3.5 volte (aHR, 3.52; 95% CI, 1.68-7.35), mentre i bambini le cui madri sono state esposte a un livello medio di campo magnetico (>0.3-2.0 mG) hanno avuto una aumento della frequenza di asma del 74% (aHR, 1.74; 95% CI, 0.93-3.25). E' stata osservata una interazione sinergica statisticamente significativa tra l'effetto del campo magnetico e un precedente materno di asma e anche nell'ordine della nascita (primogenitura).


CONCLUSIONI:

I nostri risultati forniscono nuove prove che alti livelli di campo magnetico materni durante la gravidanza possono aumentare il rischio di asma nei figli.